L’obesità ed il Metodo Lualdi

In questi anni si sono presentati nel mio studio molti adulti e bambini in sovrappeso.

L’obesità, è ormai risaputo, che determina un’ampia serie di ripercussioni sul nostro organismo. I soggetti obesi sono infatti a maggior rischio per lo sviluppo di patologie croniche.

Volutamente non farò un elenco di tutte le malattie che l’obesità porta con sé, ma, riporto solo le più conosciute: le patologie cardiovascolari come l’infarto e l’ictus, l’aumento della pressione, il diabete di tipo 2 con le sue complicanze nei casi più gravi (sindrome metabolica), alcune forme tumorali e la degenerazione articolare.

Per quello che riguarda il compartimento articolare le maggiori problematiche si riscontrano a carico delle articolazioni della colonna vertebrale, delle gambe, delle ginocchia e del piede. Le conseguenze sono a discapito di una vita normale e di una corretta deambulazione.

A proposito di rischi per la salute, è bene sottolineare il problema dell’obesità nei bambini e negli adolescenti, purtroppo in forte crescita. Questi soggetti sono infatti esposti, fin dalla tenera età, a patologie respiratorie, disturbi dell’apparato digerente, ridotta mobilità e quindi problemi anche articolari, ed infine anche di carattere psicologico. Chi è obeso in età infantile tende a esserlo, se non trattato tempestivamente e correttamente da specialisti anche in età adulta.

Il Metodo Lualdi aiuta e ripristina la corretta funzionalità del sistema muscolo-scheletrico nella sua globalità: ossa, muscoli, cartilagini, tendini e legamenti, articolazioni e tessuto connettivo.

Partendo dai piedi si riporta la normale funzionalità del movimento, così facendo le persone in sovrappeso, potranno ricominciare a camminare e sentire il proprio organismo che si riattiva.

Piedi sani, vita sana.

Scritto da Ivano Lualdi – Dott.ssa Licia Lavigna

obesita'
Autore:
Data Pubblicazione:
Argomenti correlati:
Gli Obesi, I Bambini
Menu