Consigli per una buona alimentazione

Differenza tra assimilare
acqua e cibo

La differenza tra acqua e cibo è che l’acqua viene assorbita mentre il cibo viene trasformato. L’alimentazione è altettanto importante rispetto all’alimentazione. Assorbimento di liquidi e trasformazione di cibo sono meccanismi che accadono ogni giorno nel nostro corpo e quest’aspetto assume per lo sportivo (e non) un significato particolare: l’acqua fornisce un meccanismo di protezione dal surriscaldamento. Quando sudiamo, il nostro corpo si copre di gocce d’acqua salata che, evaporando, assorbono molta energia e contribuiscono a disperdere il calore in eccesso.

Nei grandi mammiferi e nell’uomo questa caratteristica preserva da situazioni problematiche, come la disidratazione durante l’estate (calore specifico) o durante un’intensa attività sportiva, dando vita a una richiesta di acqua per le zone periferiche del nostro corpo e togliendola dalle riserve più importanti, come l’intestino. Il recupero del giusto “turgore” osmotico dell’acqua nel corpo è la prima preoccupazione dello sportivo e non che termina l’attività fisica.

Differenza tra assorbimento e trasformazione del cibo

Rispettando la natura e partendo dall’assunto che ognuno di noi reagisce in modo diverso, al cibo, la caratteristica principale del cibo è quella di venire trasformato dal nostro corpo, mentre l’acqua, viene assorbita.

La diversità tra assorbimento e trasformazione è sostanziale, ma un aspetto che li accomuna è che possono essere influenzati dalla parte emotiva del nostro organismo.

Per trasformazione del cibo si intende la conversione dalla sua forma originaria ad una diversa, con un parziale o totale cambiamento della sua struttura.

L’assorbimento del cibo, invece, è quel processo che si ha dopo la digestione degli alimenti, come l’acqua, i sali minerali, ecc.… mediante la mucosa dello stomaco e dell’intestino e che vengono riversati nella linfa e nel sangue e di conseguenza a tutte le cellule dell’organismo.

L’acqua è un nutriente privo di calorie ed è fondamentale per mantenerci in vita.

Il cibo a sua volta, altro elemento necessario per il nostro sostentamento, produce calorie e quindi energia per il corpo.

Rispettare l’equilibrio
acido – basico

Per una buona strategia alimentare è necessario assumere alimenti che provengono dalla terra come frutta, verdura, legumi ecc. Molti di questi alimenti aiutano ad alcalinizzare il pH del corpo, mentre altri cibi come la carne, il latte e i derivati sono da considerare acidi.

Il pesce è da classificare come un cibo neutro.

Affinché il nostro corpo possa essere al massimo della sua efficienza, dovrebbe rispettare il più possibile la regola dell’equilibrio acido/base.

Questo potrebbe essere il vero anello mancante per la lotta all’invecchiamento e soprattutto il raggiungimento di una perfetta performance sia nell’ambito sportivo che nella vita quotidiana.

Non è mai scontato ripetere quanto sia importante mangiare cibi crudi, come frutta e verdura di stagione e legumi.

Il regime alimentare basato sul gruppo sanguigno

Quando si parla di cibi e di buona alimentazione si preferisce fare riferimento sia al Ph che al gruppo sanguigno di appartenenza di ognuno di noi e, nonostante si sia scritto molto in merito, partendo dal fatto che ognuno di noi ha una sua individualità, il supporto di uno specialista del nostro Team aiuta a valutare la alimentazione consigliata per il singolo individuo.

Il regime alimentare del gruppo sanguigno, anche detta dieta del gruppo sanguigno, è uno stile salutare, basato sull’utilizzo di alimenti freschi, naturali e tradizionali, associati al gruppo sanguigno.

La correlazione tra cibo e sistema immunitario è stata sperimentata per la prima volta nel 1957 dal naturopata americano James D’Adamo.

Il regime alimentare basato sui gruppi sanguigni, nelle sue diverse varianti, propone che ognuno di noi debba consumare i cibi in relazione al proprio gruppo sanguigno.

Oltre a mangiare in modo sano, il cibo viene visto come un “potente farmaco naturale “che aiuta il nostro organismo a stimolare il sistema immunitario e a prevenire e regolare molte patologie soprattutto a carico del sistema cardiocircolatorio e anche a scongiurare molti tumori.

Per  migliorare il nostro stile alimentare vi consiglio di rivolgervi ad uno specialista che vi aiuterà a trovare la migliore strategia alimentare per uno stile di vita equilibrato per raggiungere risultati sportivi importanti.

E’ fondamentale rispettare l’individualità del soggetto ponendo particolare attenzione all’aspetto emotivo.

È bene sempre ricordare che per attenersi ad un piano alimentare bilanciato è necessario rivolgersi a specialisti del settore che siano medici o nutrizionisti.

Dottoressa Licia Lavigna

Medico chirurgo, omotossicologia pediatrica, mesoterapia e alimentazione

Menu